italian sword and sorcery

Sword and Sorcery Digital painting

È passato un bel po’ di tempo dall’ultima volta che ho parlato di illustrazioni. Ecco una buona occasione per farlo in vista di una pubblicazione prevista per Dicembre. In quest’ultimo anno ho partecipato a uno dei progetti di Italian Sword And Sorcery , di cui ho già parlato riguardo a una loro iniziativa già andata in porto.

Italian Sword and Sorcery

testa di santo, racconto sword and sorcery nel rinascimentoSì, son sempre loro, quelli dello scorso articolo!

Sono dentro a un’antologia  di Sword and Sorcery (giustappunto) con un breve racconto i circa 12.000 parole. La storia di Testa di Santo si svolge in un rinascimento alternativo in cui tre lestofanti sono alle prese con il furto di una santa reliquia. Dedicherò a “Testa di Santo” un articolo a parte, visto che avevo preparato anche un raccontino gratis per presentarli.

Insomma, avevo iniziato a pensare anche a una proposta di copertina fino a quando la pubblicazione è passata a Edizioni Watson (yeah!), quindi di quel disegno era rimasta una bozza e niente più.

Barbari e Amazzoni

Sword and Sorcery digital painting passo per passoIn onore al fatto che mi sento moralmente obbligata a finire sempre quello che comincio (è una maledizione ma poi diciamolo: era da un pezzo che non disegnavo tanto per disegnare), qualche giorno fa ho ripreso quel bozzetto e l’ho finito. In questa GIF animata si possono vedere tutte le fasi.

Le prime due sono scarabocchi in cui cerco di capire cosa inserire e dove piazzare gli elementi. Fin da subito volevo mettere un uomo e una donna per par condicio, più mostri sfusi. In questa fase gli altri partecipanti al progetto hanno esternato i loro consigli: “Più mostri, più truzzi, più tette!“.

Nel terzo passaggio, il più definito, avevo le idee chiare e poi sono passata ai colori nel quarto. L’ultima immagine ha l’aggiunta degli effetti luce.

L’illustrazione è realizzata con un misto di tecniche di Digital Painting e Photomanipulation.

C’è uno spazio vuoto in alto, perchè essendo nato come copertina aveva bisogno di un po’ di posto per il titolo.

Mi piace pensare che la tizia con la lancia abbia spinto il barbaro buzzurro nel pantano della palude perchè si aspettava la sortita di qualche mostro. Si può notare come la bionda si appresti a colpire l’occhio della creatura tentacolare, non appena abbia fatto fuori il tizio con la spada.

A questo punto, l’illustrazione è pronta ed è in vendita su  

italian sword and sorcery digital painting


Condividi l’articolo se ti è piaciuto! 

Mala Spina

Avida collezionista di fumetti, ama leggere e scrivere storie fantasy, horror e d’avventura. Orbita attorno al mondo della grafica e dell’illustrazione digitale.
Facebook | Google+ | Twitter | Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *