Recensione Leggenda leggendaria degli eroi epici

Recensione ebook La Leggenda Leggendaria degli eroi epici di Nerdheim

Voglio fare una premessa.
Questa è una delle storie fantasy che mi hanno divertita di più negli ultimi anni, anzi per dirla tutta, mi ha fatto fare delle grasse risate.  È un ebook per veri appassionati di fantasy epico, comico, a tratti demenziale  e per noi, vecchi giocatori di ruolo, che possiamo ritrovare l’essenza dell’avventura Sword & Sorcery e della follia delle serate di gioco.

Rullo di tamburi (rigorosamente di Tombalku)

ebook leggenda leggendaria degli eroi epici di Nerdheim
La leggenda leggendaria degli eroi epici – compralo su Amazon!

ll secondo ebook che mi ha fatto compagnia lo scorso agosto è…  “La leggenda Leggendaria degli eroi epici, Il Prigioniero della Torre” scritto dal collettivo Nerdheim.

non si può guardà!

Ok, ok, lo so cosa stai pensando: ma che diavolo avevano in mente quando hanno scelto il titolo e la copertina?

Sì, ragazzi (o omaccioni) del Nerdheim, io vi amo e vi venero per questa pubblicazione, ma la copertina e il titolo sono terribili! Per Crom!

Specie la copertina… spendiamoci sopra qualche parola: se pensate che così sia maschia: No. fatevelo dire: No. È il male! A me piace Predator ancora più di Alien, poi è pure più macho… ma anche no! Copertina brutta! Lettering Brutto! Il grafico che è in me ha perso 5 anni di vita.

Se non avessi letto nella sinossi che si trattava di una storia umoristica… sarei passata oltre (facendo un grande sbaglio, ma io sono una persona superficiale).

Torniamo a noi.
e giù bastonate come se non ci fosse un domani, NerdheimPer leggere questo ebook bisogna superare delle temibili prove, un’ordalia che compenserà il lettore con una cornucopia di meraviglie.

 

Prima di tutto, come ho velatamente e timidamente accennato poc’anzi, bisogna affrontare il primo mostro, nei panni dell’atroce copertina. Fatto.
Secondariamente, ma solo in ordine di sanguinamento di bulbo oculare, il titolo che sembra ideato da Kung Fu Panda. Fatto.
A questa segue la mia nemesi, il mio vecchio arcinemico… un’introduzione tra le più pesanti che io ricordi. C’è da dire che dura poche pagine per fortuna, ma potrebbero stroncare il lettore più volenteroso. Io, testarda, ho perseverato e sono stata premiata! Fatto.

 

A questo punto parte la storia più originale, divertente, appassionante, leggera che potessi immaginare. La trama scorre per i binari giusti e viene introdotta dalle vicende comiche di due insospettabili personaggi della vita del castello. Cavalieri? Dame? Maghi? No. Una sguattera e uno stalliere che, con le loro storie parallele, ci portano dritti al cuore del problema e ci mostrano l’inquietante e misteriosa minaccia che sta mettendo in pericolo il loro mondo.
Ho adorato le loro storie li avrei voluti come protagonisti indiscussi, dico davvero! La prima parte della “Leggenda leggendaria etc. etc” è semplicemente perfetta.
Infine scivolano nella trama gli eroi della storia: vecchi avventurieri ormai imbolsiti e avanti con l’età, ognuno con i suoi acciacchi e manie. Per farla breve, chi volontariamente e chi travolto dagli eventi, tutti decidono di imbarcarsi in questa nuova impresa e si uniscono a loro nuove reclute e improbabili alleati per risolvere il mistero che età mettendo in pericolo le terre di Agaland. Non so come definirlo, in realtà è un romanzo corale che più che le vicende dei protagonisti racconta come si evolve una minaccia senza nome che da il via alla storia, e tutti i misteri minori più o meno connessi
È un ciclopico romanzo di avventura zeppo di momenti comici, battute che vanno dal ricercato al demenziale, citazioni e parodie. Ce n’è per tutti i gusti. Questo libro mi ha fatto ridere anche più delle storie più strambe di Terry Pratchett.
Questo ebook è solo una parodia? No! In realtà la trama è ben solida, complessa, ricca di personaggi e avvenimenti da un capo all’altro di strambo e enorme mondo. Si vede che è stato scritto con tanto amore e tanti baffi.
È bene chiarire che non si tratta di un volume autoconclusivo ma che è la prima parte di una saga.

 

L’impaginazione è impeccabile e i refusi sono davvero minimi per essere un romanzo così mastodontico (700 e passa pagine).

 

La scrittura è in generale molto scorrevole, anche se alterna pezzi in cui sono state fatte delle scelte un po’ azzardate, calcando la mano sul tono aulico del narratore. Io credo che in questo risenta parecchio del fatto che è stato scritto a più mani. Ogni tanto spunta il mob delle infodump, che anche di piacevole lettura è un po’ fuorviante perché fa deragliare l’attenzione verso qualcosa che non sia la trama principale. Ehi, dai! Nerdheim! Certi pezzi (anche se ben scritti) non aggiungono nulla alla storia! Forse con meno disgressioni e senza le parti in cui avete usato lo stile simil-arcaico del narratore la storia sarebbe stata ancora più scorrevole. Ma si tratta proprio di voler fare le pulci agli elefanti, eh.
Voglio concludere con qualche considerazione:
Questo ebook mi è piaciuto? Sì!
Approfittavo anche dei 5 minuti liberi per leggere come continuava la storia? Sì!
Vorrei implorare il seguito agli autori? Diavolo sì!

Per me questo ebook vale 5 stelle su Amazon 5 stelle su amazon(quando Amazon si deciderà a sbloccare la recensione) perché,  per un senso dell’umorismo come Crom comanda e per la capacità di tenere le redini di una storia così articolata, bisogna avere davvero una grande passione. È così difficile far ridere i lettori senza cadere nel becero o nel  volgare e senza perdere di vista il senso della storia. Loro ce l’hanno fatta e alla grande.

Sì però checheccacchio… la copertina!!

Dove si trova il Collettivo Nerdheim

I pazzi del Nerdheim sono su Facebook  nel loro BLOG NERDEHEIM  dove ho visto proprio ora che hanno rilasciato “aggratiss” un racconto:
ebook Lo Hobgoblin di Nerdheim
 

Condividi l’articolo se ti è piaciuto! 

Mala Spina

Avida collezionista di fumetti, ama leggere e scrivere storie fantasy, horror e d’avventura. Orbita attorno al mondo della grafica e dell’illustrazione digitale.
Facebook | Google+ | Twitter | Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *