copertine da urlo

Quando la copertina sbagliata – Fare la Copertina per un ebook 1

Come evitare di creare la copertina sbagliata? Ma infine… è davvero così importante fare una copertina per un ebook? È un argomento ricorrente di molte discussioni, nei gruppi di appassionati di scrittura e lettura. In questo momento sono al punto in cui la mia storia, “Il Giorno del Drago“, è pronta e devo passare all’impaginazione e alla copertina. Quest’ultima è la fase più sfiziosa e, visto che un po’ mi intendo di pastrugni grafici, ho pensato di cogliere l’occasione di imparare qualcosa sull’argomento.

Giudicare un libro dalla copertina?

Ho chiesto un po’ in giro (rete, amici, parenti) quanta importanza avesse una copertina per un libro e nella maggioranza dei casi la risposta è stata che la copertina non ha nessuna importanza.

Cit. “Anche un foglio bianco andrebbe bene!

Come la penso io?

BALLE

La copertina non ha importanza se già conosci  l’autore, se il libro lo hai già letto o comprato o se qualcuno te l’ha consigliato. In tutti gli altri casi, la copertina serve, eccome. La sua funzione è dire a tutti “Ehi! Ci sono anche io qui in mezzo a migliaia di altri titoli, dico a te! Mi vedi?“. È la confezione del prodotto e uno strumento di marketing in un solo colpo e credo che abbia bisogno di qualche riflessione in merito.

FASE 1: LA COPERTINA SBAGLIATA

La prima regola per imparare qualcosa di nuovo è quella di guardarsi in giro e vedere cosa fanno gli altri. Sto già iniziando a trarre le prime conclusioni in negativo (mi lascio le considerazioni positive per la prossima puntata e adesso sarò unicamente distruttiva!).
Quindi, quali caratteristiche ha una copertina Sbagliata?
Questo è l’identikit delle tipologie che ho individuato e non occorre essere grafici o esperti di marketing per accorgersi di qualcosa che è oggettivamente una copertina Sbagliata:

1) Copertina Anonima

Se non spicca e non cattura l’attenzione può far perdere potenziali lettori, che passano oltre e magari nemmeno notano lo splendido contenuto che c’è dietro. Non importa quanto ci si senta rappresentati da una copertina, perché se non fa il suo lavoro allora non è quello che serve.
Mi accorgo adesso che non ho messo nessun esempio. Beh le copertine anonime fanno del loro meglio per nascondersi. Tutto regolare.

Viaggio al centro dell'imbarazzo - Quando la copertina sbagliata - Fare la Copertina per un ebook 12) Copertina Traditrice

Tempo fa ho visto un’intera collana di classici (tipo “Robinson Crusoe”, “Il ritratto di Dorian Gray”, etc.) rielaborata per sembrare una soap opera.
Uno su tutti: “Viaggio al centro della terra” di Jules Verne (l’originale, il classico! seguite il link) con la copertina fatta dal poster del film omonimo con Brendan Fraser. Il film in oggetto era molto divertente, ma quanto avrà avuto in comune con il romanzo di Verne? Si tratta della trasposizione letteraria del film? NO!
Con tutto il rispetto per Brendan, che ammiro molto sopratutto a livello estetico, il problema è che la copertina mi promette una cosa e invece il contenuto è tutt’altro. Non si fa così.

Kowalski - Quando la copertina sbagliata - Fare la Copertina per un ebook 13) Copertina Fuori Tema

Sono in realtà un sottogruppo delle Traditrici. Non sono fuorvianti perché non rimandano a generi diversi da quello trattato, ma magari usano elementi così illogici che non si capisce quale razza di ragionamento si sia voluto seguire. Per esempio “Un maledetto guaio, Kowalski“. Io questo ebook lo consiglio, mi è piaciuto molto e mi ha fatto fare un sacco di risate (l’ho anche valutato 4 stelle su Amazon), però vorrei che qualcuno mi spiegasse che #*!@ significa mettere un carretto con rifiuti e roba da mangiare in copertina? Non è qualcosa che rimanda al mestiere di spacciatore (qual è il protagonista), non rimanda ai luoghi in cui si svolge la storia. In altre parole non c’entra un tubo con questo racconto pulp, violento, umoristico, dissacratorio e dinamico. A me una copertina così sembra un palla al piede.

4) Copertinea di mio Cugino

Copertina a lapis - Quando la copertina sbagliata - Fare la Copertina per un ebook 1…che disegna i personaggi delle campagne D&D!
Le copertine di questo tipo gridano ai quattro venti “ATTENZIONE! DILETTANTE ALLO SBARAGLIO!“. Sono quelle fatte a lapis, colorate con le matite Giotto da disegnatori palesemente non professionisti. Meglio una foto di Wiki Commons a questo punto! È un caso triste, perché magari un testo valido viene tarpato da una copertina impresentabile, che da un’idea sbagliata di quello che è il contenuto.

Copertina indecifrabile - Quando la copertina sbagliata - Fare la Copertina per un ebook 1… che ne sa una cifra di grafica!
A questa categoria appartengono la maggior parte delle copertine Sbagliate. Quelle con fotomontaggi fatti con l’accetta, abbinamenti di colori che provocano il sanguinamento oculare, titoli illeggibili etc. È una categoria enorme!

Perché non vanno bene le Copertine di mio Cugino? Sono naïf e alcune fanno anche tenerezza, ma la prima cosa che mi viene da pensare è: se ciò che vedo è così poco curato e dozzinale… cosa mai troverò dentro? Come minimo mi aspetto refusi e impaginazione come viene viene. Meglio non usare queste copertine a meno di non essere certi che il cugino e la zia ci rimarrebbero troppo male ad essere scartati. Se il Cugino sei tu, fattene una ragione, sai scrivere ma non sai fare il grafico.

Perché è importante non avere uan copertina sbagliata?

Dopo questa dissertazione c’è da dire anche che esistono ebook che vendono benone nonostante una copertina orribile (ci sono… ci sono…), ma quello che rispondono gli esperti di bookdesign è “Pensa a quanti ne venderesti con una copertina decente!” (Fonte Creativindie.com).
Come dargli torto?

Notare bene che non c’è in elenco la categoria Copertine Copione, quelle che ricalcano lo stile e l’impostazione di un genere ben definito perchè non si tratta di una copertina sbagliata. In linea generale pare che cavalcare i cliché sia una scelta vincente, quindi ben venga! L’originalità si manifesta anche nei dettagli.

Considerazioni Finali

Devo dire che in questa mia ricerca sull’argomento ho visto anche copertine ATROCI fatte da case editrici blasonate!
Qualche mese fa mi capitò di leggere su facebook della vicenda di Lucio Parrillo scippato da Armenia di un’illustrazione fatta per Wizards of the Coast, una vera zozzeria dal mio punto di vista di illustratrice sia pur dilettante. Non per sparare sulla croce rossa adesso che Armenia sta chiudendo ma… però, fatevi una domanda e datevi una risposta…

Se volete vedere una buona fiera degli orrori spulciate lousybookcovers.

In fin della fiera una copertina dilettantesca è forse il male minore.

Conoscete altri tipi di copertine Sbagliate?

 

Il prossimo articolo su “Le basi di una copertina onesta

 

Condividi l’articolo se ti è piaciuto! 

Mala Spina

Avida collezionista di fumetti, ama leggere e scrivere storie fantasy, horror e d’avventura. Orbita attorno al mondo della grafica e dell’illustrazione digitale.
Facebook | Google+ | Twitter | Pinterest

2 thoughts to “Quando la copertina sbagliata – Fare la Copertina per un ebook 1”

  1. In qualità di grafico/lettore la vedo allo stesso modo.
    Dal punto di vista del lettore, quando vado a comprarmi un libro è la copertina che mi spinge a leggerne il riassunto sul retro… magari poi non mi piace la storia che viene descritta, ma di certo è la copertina che me lo fa notare.
    Essendo anche un grafico, la copertina per me è ancora più importante… naturalmente dipende dal genere: un fantasy ha delle icone ormai consolidate (quale amante del fantasy non viene attratto da un bel drago in copertina? ), un libro di fantascienza ha astronavi o robot, e via così…
    Non sono per forza necessarie queste “icone” ma attraggono immediatamente il lettore del genere e quindi è più facile che vengano acquistati.

    Insomma la cover (sempre a mio parere) è la parte più importante di un libro, seconda cosa è il riassunto in 4a di copertina che deve essere accattivante e incuriosire il lettore…

    1. Ci sono due correnti di pensiero riguardo alle copertine nell’era degli ebook. Qualcuno sostiene che ormai abbia perso importanza per dare spazio al testo e qualcun altro dice che si tratta solamente di un’evoluzione a cui il design si deve adattare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *